Pomodoro

Pomodoro (Lycopersicon lycopersicum)

Questa specie appartiene alla famiglia della belladonna rappresentata in Europa da poche specie (Solanaceae). Proviene dal Centro e Sud America. In Europa è stata coltivata come pianta ornamentale fino alla fine del secolo scorso, e solo di recente se ne è mangiato il frutto.

La belladonna velenosa appartiene alla stessa famiglia di belladonna (Atropa belladonna) e gallina gallina nera (Hyoscyamus niger), e dei seminativi: Pepe, melanzana, patate e tabacco.

Nella coltivazione in campo, il pomodoro necessita di un'abbondante concimazione con compost, anche condimento superiore. A causa dell'elevata suscettibilità del pomodoro alle malattie e della temperatura spesso troppo bassa per esso nell'Europa centrale, non può essere coltivato su grandi aree. Per ottenere una resa soddisfacente è necessario anche ruotare. Nella coltivazione in campo, tali rese possono essere previste solo nelle estati secche e calde. In giardino, i pomodori si coltivano meglio in tunnel di alluminio o contro un muro esposto a sud. Buono da ricordare, che al pomodoro piacciono le "cosce bagnate" e la "testa secca", quindi, quando si annaffiano le piante, non bagnare le foglie e il fusto.

La pacciamatura del terreno è molto vantaggiosa. Nella coltivazione in campo, i pomodori vengono piantati in fila in direzione nord-sud. Crescono bene in aiuole rialzate o coperte da docce. Le piante sono piantate distanziate 50 X 60 cm, e in doppie file di spaziatura 50 X 70 cm. Una piantagione più densa riduce il movimento dell'aria intorno alle piante, che favorisce il verificarsi più frequente di malattie fungine. Il prerequisito per un buon sviluppo delle piante è una piantina forte e sana. I semi vengono seminati a marzo in cassette poste sulla finestra o in serra. Se la piantina è troppo grande, può essere piantato obliquamente anziché verticalmente, dopo aver rimosso le foglie inferiori. Le piantine vengono piantate nel terreno 15. Maggio. L'attaccamento dei germogli al palo e la rimozione dei germogli laterali hanno una grande influenza sulla crescita e sull'abbondante fruttificazione dei pomodori.. È rimasto solo un tiro principale forte.

tmpfdcc-1Pomodori e verdure crocifere richiedono un terreno molto fertile, quindi vale la pena piantarli su galles o tumuli.

Tutte le infiorescenze possono essere rimosse da metà agosto, perché il frutto dell'allegagione non maturerà più. Solo la fine delle riprese principali non viene accorciata. Gli ultimi pomodori vengono raccolti poco prima del gelo. Se sono verdi, possono essere posizionati sulla finestra o in ispezione, Maturare. La coltivazione di pomodori sotto vetro è discussa ulteriormente. Pomodori, soprattutto nuove varietà, sono molto sensibili alle influenze atmosferiche, compresi i cambiamenti meteorologici, quindi è meglio farlo sotto copertura. Una forte piantagione è un prerequisito per una buona crescita delle piante, piantine indurite. L'uso di vari preparati favorisce una migliore crescita, come Algifert, Polymaris, SPS i Oscorna rinforzo della radice. La malattia più pericolosa del pomodoro è la peronospora delle patate (Phytophthora infesians), che attacca le piante in modo particolarmente forte nelle annate fresche e umide. I sintomi di questa malattia sono macchie marroni sul frutto. Pacciamando il terreno, uso di Bio-S, Oscorna-Pilzvorbeuge e il bicchiere d'acqua possono ridurne la presenza.