Cavolo cappuccio, brukselka, cavolfiore e broccoli – Parassiti e malattie

Malattie e parassiti. Una pericolosa malattia delle verdure crocifere è la sifilide del cavolo, che causa i maggiori danni alla coltivazione su terreni umidi e acidi. La malattia è causata da un fungo, che forma varie forme di ispessimento nodulare sulle radici delle piante infette. Questi tumori si disintegrano nel tempo, rilasciando enormi quantità di spore del fungo, che rimanendo nel terreno a 8 mantengono la capacità di infettare le piante per anni. La misura preventiva più efficace è il calcare del suolo. Nel terreno con un pH di 7,5-8,0 le spore non si sviluppano. Importanti sono anche la salute dei semi e del terreno utilizzati per la produzione delle piantine e la corretta rotazione delle piante. Nelle aiuole, su cui sono cresciute piante infette, il cavolo non dovrebbe essere coltivato prima che dopo sette anni. Le piante malate e infette dovrebbero essere distrutte.

Le larve del germano reale si nutrono dei piccioli, facendoli ispessire, foglie torcenti e arricciate. Spesso, i cavoli danneggiati formano diverse piccole teste invece di una sola. Le piante sono infestate a fine maggio o inizio giugno. Allestimento di un letto di semina in luogo soleggiato, corretta coltivazione del suolo, l'uso di fertilizzanti ben distribuiti e farina di roccia e una corretta rotazione delle colture possono impedire il verificarsi di questo parassita. In caso di pericolo del suo verificarsi, le piante devono essere irrorate più volte con Artanax o Piretro. Il parassita più pericoloso delle piante crocifere, tuttavia, è la mosca del cavolo (Hylemyia brassicaej; gli adulti sono simili alla mosca domestica. Alla fine di aprile o all'inizio di maggio, la femmina depone le uova nel campo proprio accanto al colletto della radice del cavolo. Le larve da cova si nutrono delle radici e del collo della radice, distruggendo così l'intera pianta. In generale, la prima generazione di rifiuti è la più pericolosa, soprattutto foraggiamento nelle rose di cavolfiore. Nelle regioni, dove si verifica questo parassita, le piantine dovrebbero essere piantate molto presto o molto tardi. Si consiglia di piantare più in profondità e cospargere leggermente le piante. Questo pericoloso parassita è scoraggiato dal levistico deposto negli interfilari. Anche la spolveratura delle piante con calce algale dà buoni risultati, farina di basalto o Spruzit. La coltivazione coordinata dei pomodori riduce l'infestazione delle verdure crocifere da parte delle larve di cavolo.

Crema di ravanello (Hylemyia floralis) non è così minaccioso, come la relativa crema di cavolo. Tuttavia, l'uso di fertilizzanti troppo freschi dovrebbe essere evitato. La farfalla cavolo cappuccio è un noto parassita, che depone le uova gialle sul lato inferiore delle foglie delle piante crocifere per tutta l'estate. I bruchi che si sono schiusi dalle uova mangiano le foglie. Le farfalle possono essere spaventate con vari preparati a base di erbe, ei bruchi vengono controllati con il preparato batterico Bacillus thuringiensis o Pyrethrum.